Serie C, Girone B 2016/2017
6a Giornata - 11 marzo 2017
FOX VS VINTAGE GHOSTS
FOX
LEGNARO
VINTAGE
GHOSTS
6
3
Ultima partita giocata.
Serie C, Girone B 2016/2017
7a Giornata - 25 marzo 2017
RAIDERS VS VINTAGE GHOSTS
RAIDERS
MONTEBELLUNA
VINTAGE
GHOSTS
Montebelluna (TV), ore 19:00
Prossima partita in programma.
“ Gallina vecchia fa buon COLAbrodo! „
L'angolo del rotobocciardatore.
Ma ineffabilmente elegante.
Martini Silvestro srl
News

News

22/02/2011

L'onore delle armi

L'onore delle armi È vero, la classifica non si è mossa di un millimetro; la differenza reti ed i plusminus sono in costante ed inesorabile diminuzione; l'infermeria rimane affollata e non si svuoterà per un bel pezzo; il gioco latita. Eppure, domenica sera contro i Corsari Riccione, si sono visti per intensità forse i migliori Vintage Ghosts della stagione, specie alla luce delle assenze. Ed in fondo era la cosa che volevamo di più: uscire dal campo a testa alta a prescindere dal risultato, ricompattati e vogliosi di continuare la stagione e giocarci le nostre carte fino all'ultima partita, anche se magari sono il 4 di bastoni, il 2 di picche e il 7 di Oachl.

I Signori del Birrometro infatti non sono riusciti ad interrompere la striscia negativa nemmeno questa volta, e contro gli amici romagnoli sono purtroppo incappati nella terza sconfitta di fila (1-3), che spezza definitivamente il "sogno" di insidiare la terza posizione in classifica. Tutta un'altra storia però rispetto alle ultime due uscite: i Vintage sono rimasti finalmente in partita dal primo all'ultimo minuto, ritrovando contro ottimi avversari un pò di grinta e verve che fanno sicuramente morale in vista dei prossimi importanti "scontri diretti" con le inseguitrici. Non sarà stato uno spettacolo dal punto di vista tecnico, ma la partita è stata vera, tirata e divertente. Tutte cose che non si sono viste proprio spessissimo in questa travagliata stagione...

I Vintage si erano presentati all'appuntamento ancora una volta privi di Skipper Rolle (ancora reduce da una brutta botta rimediata a Ferrara) e del Cigno di Abano Benvegnù - (purtroppo la sua stagione è fortemente a rischio). E così con la difesa dimezzata coach Ing. Apu giocava ancora una volta al piccolo alchimista, sfornando per l'occasione due linee di difesa del tutto inedite (beh, quasi: leggenda narra che una delle due si sia vista deambulare in alcune selezionate uscite nei primi anni '90): Pippi Dotto - Sgnappo Bampi e Ciccio Sibilia - Nino Caldart. Molto positivo per l'ambiente quest'ultima "promozione" del nostro pseudo-giamaicano Disobbediente (così la smette anche di fiatarmi sul collo!). In avanti Capitan Franzolin a scudisciare Mr. Right in prima linea ed il Niño Maravilla Garna appaiato a Redbridge Ponterosso, in un ardito connubio culturale Cadorin-Ontariano; Nick Gottardi e Germa Casarini pronti a comporre dinamicamente la terza con Berry Baccarin e Mulon Pregarz a disposizione. In gabbia redivivo il sempre più ideologico Wiustel Huber, con Playmobil Disconzi backup statistico. Di fronte, gli affamatissimi ed agguerriti Corsari Riccione, in piena bagarre per il primo posto assoluto del girone ed al gran completo per fare bottino pieno. Comunque sia, forse anche per merito delle fantasie malsane di Apu, questa volta l'approccio alla gara risultava appropriato fin dall'inizio: Corsari in cattedra ma sempre sotto pressione; molti dischi contesi in zona neutra, con occasionali conclusioni dalla distanza degli ospiti ma anche diverse verticalizzazioni dei Vintage. Nel complesso, una disputa movimentata, "maschia" ma correttissima, e bilancia in assoluto equilibrio, anche se Wiustel ci metteva qualche pezza in più del goalie romagnolo. A sbloccare il risultato era purtroppo la prima seria disattenzione dei padroni di casa, ed in particolare di Sgnappo Bampi, che, complice anche uno sfortunato rimbalzo del disco, permetteva a due Corsari di involarsi in contropiede 2 contro 1, di fronte al solo Pippi: spietato Devis Montanari, che alla prima nitida occasione da goal bucava Huber in mezzo ai gambali. I Corsari, galvanizzati dal vantaggio, riuscivano anche a trovare il raddoppio al cambio immediatamente successivo, con un potente slap della vecchia volpe Fabrizioli che coglieva impreparato Wiustel. Nonostante il comprensibile sconforto però, i Signori del Birrometro non si lasciavano andare e, consci di aver comunque retto il confronto degnamente fino a quel momento, persistevano incitati da Apu nel loro pressing ordinato, producendo non pochi grattacapi alla difesa ospite, soprattutto grazie ad un immarcescibile Ciccio Sibilia e al solito combattivo Capitan Frenz, in vena di rovescini a qualsiasi costo. Proprio Ciccio però era costretto ad accomodarsi in panca puniti (fallo giusto ma speso bene) ed ancora una volta i Corsari si confermavano assai cinici: dopo un minuto e 59 di solido penalty killing Vintage infatti, gli ospiti punivano ancora una volta Huber con una conclusione sottoporta di Spallacci, imponendoci un passivo obiettivamente eccessivo di 0-3. L'occasione per rimetterci in carreggiata al cambio successivo, con Farina fuori ed il primo (e unico) power play Vintage. E Garna riusciva finalmente a concretizzare le proprie potenzialità infilando quasi subito il goalie ospite con un preciso slapshot all'incrocio, ad un solo paio di secondi dalla sirena di fine primo tempo.

Nella ripresa cambiava pochissimo rispetto al primo tempo, una novità assoluta per noi, abituati a cambiare completamente faccia (a volte in bene a volte in male). I Vintage confermavano infatti quanto di buono mostrato nei primi 25 minuti, tenendo gli ospiti sempre impegnati pur senza grandi voli pindarici: difesa a uomo e attacco con disco a seguire, old-time hockey, come predicato per l'occasione dal coach. Impegno onorato fino in fondo, ma purtroppo sterilmente: alla nostra squadra mancava l'unico vero sniper in roster e questo in partite di questo tipo fa sicuramente la differenza. I Vintage però avevano almeno la soddisfazione di mantenere inviolata la porta di Wiustel per tutti i 25 minuti della seconda frazione, compresi 2 di inferiorità numerica (fuori Garna) e contro il Riccione ben pochi possono vantarsi di esserci riusciti. Nient'altro di significativo da segnalare fino al fischio finale, che per una volta non veniva vissuto come una liberazione ma come suggello di una proverbiale "bella partita". Menzioni particolari, una per reparto, per Wiustel Huber, che ha mantenuto alta la concentrazione per 50 minuti secchi, per Ciccio che non molla mai nonostante il capello argentato e in qualsiasi posizione, e per Nino che ha saputo essere all'altezza dopo aver a lungo pazientato nelle retrovie. Terzo tempo di assoluto rilievo, con i Corsari che si univano a noi nel miglior spirito sportivo (sarebbero venuti anche perdendo), un pareggio solomonico (vabbè, siamo buoni) ed il Birrometro in autorevole impennata.

Questa settima giornata di campionato comincia intanto anche ad emettere qualche verdetto. Il solco tra parte alta e bassa della classifica del nostro girone è diventato infatti, alla luce della nostra sconfitta, di fatto matematicamente incolmabile ed è quindi già possibile, anche in virtù delle limitazioni di posizione imposte dal regolamento sulle seconde squadra di A, individuare chi nella seconda fase andrà a giocarsela con le prime e seconde degli altri gironi e chi invece proseguirà nel "gioco al massacro" tra terze-quarte-quinte-seste (1 su 21 in final four promozione A2). Il primo e secondo posto è infatti ormai anche aritmeticamente solo affare di Modena e Riccione, che probabilmente se lo disputeranno nello scontro diretto tra due settimane; in palio il girone in cui finiranno nella seconda fase, A o B. Terzo posto al Ferrara Hockey, che quindi si conquista il "salto di turno" riservato a pochi fortunati e ritornerà in campo solo in aprile. Le ultime tre, tra cui i Vintage Ghosts, giocheranno invece anche il primo turno della seconda fase, in scontro diretto andata e ritorno (19-20 e 26-27 marzo) rispettivamente contro quinta, quarta e terza del girone A (ancora da determinarsi).

A noi bastarebbe vincere il prossimo appuntamento, domenica 27 febbraio (ore 20) contro gli Estensi Ferrara, attualmente fanalini di coda del girone per avere la quasi matematica certezza del quarto posto (salvo imprese epiche delle Nutrie nelle ultime 2 giornate, contro di noi e soprattutto a Riccione). In ogni caso rimarremo alla finestra a vedere quel che succede nel girone A, per vedere chi ci toccherà ai "playoff" (chiamiamoli così che fa bello).

VINTAGE GHOSTS - CORSARI RICCIONE 1-3 (1-3, 0-0)   >> Referto
1° T. - 15:01 Montanari D. (CR), 17:22 Fabrizioli (CR) PPG, 23:08 Spallacci (CR), 24:58 Garna (VG) PPG
2° T. - ---
Penalità: VINTAGE GHOSTS 4' - CORSARI RICCIONE 2'
VINTAGE GHOSTS: Huber (Disconzi); Dotto, Bampi, Sibilia, Caldart; Destro, Franzolin, Garna, Ponterosso, Gottardi, Casarini, Pregarz, Baccarin.
CORSARI RICCIONE: Di Stasio, Guerra; Fabrizioli, Muro, Pari, Sanchi, Spallacci, Tomassini, Zamagni En., Montanari D., Montanari M., Zamagni Er., Farina.

TUTTE LE NEWS
23/09/2013 Ciao Sergio
19/02/2013 News minimale
01/02/2013 Catarsi o catorsi?
16/03/2011 Orgoglio Vintage
22/02/2011 L'onore delle armi
Beck's
L'etichetta della settimana.
“ Xe come parlare de figa co un recion „
Il primo. L'unico. L'originale e inimitabile!
...Xè tornà!
SIE srl

curls

Ye Olde Beer-O-Meter now featuring fully reliable bottle-to-bottle progress !
>> ...ok ma cos'è ??
Beer-O-Meter for Dummies

Se stai leggendo questa spiegazione, o non sei uno di noi oppure lo sei ma non hai potuto resistere alla tentazione di cliccare alla rinfusa in giro per il sito.. nel primo caso, puoi continuare a leggere. Nel secondo, al prossimo allenamento PORTA UNA CASSA (o un fusto), grazie!

Il Beer-O-Meter, altrimenti noto come BIRROMETRO, concettualmente si perde nella notte dei tempi. La nostra incarnazione nasce nel 2006 per celebrare le gesta della compagine Yuma Hockey Team, ancora oggi leggendarie. Il birrometro misura i litri di birra bevuti dai nostri eroi nel corso della stagione corrente, sommando allenamenti, post-allenamenti, partite e post-partite. Non sono conteggiate le bevute private dei singoli giocatori (ovviamente per questioni di privacy!).

L'attendibilità dei conteggi è del tutto aleatoria in quanto solitamente basata su stime fatte a posteriori, e quasi sempre per ampio difetto (vista l'assoluta mancanza di lucidità di chi effettua i conteggi).

La stupefacente novità del birrometro Vintage Ghosts sta nella resa grafica. Ora è possibile avere un'idea visiva di quante bottiglie da 33 sono state svuotate nella stagione in corso. Ci siamo presi la libertà di convertire in bottiglie anche fusti e giraffe, per coerenza. Ci scusiamo per la licenza. Ma anche no!
Nella scorsa stagione (2014/2015) i Vintage Ghosts sono riusciti nella inaudita ma ineluttabile impresa di battere per la QUINTA volta consecutiva il proprio record assoluto. I nuovi Signori del Birrometro hanno fissato l'asticella a quota 1460 litri. Una media imbarazzante di oltre 170 litri al mese. Superarsi ri^5-nuovamente sarà un compito vieppiù titanico, tuttavia il roster presenta ancora una volta alcuni elementi di spicco a livello internazionale e lo staff tecnico ripone la massima fiducia nell'organico!

..........

La Direzione
1 bottle = 0.33 liters
1 bottle row = 116 bottles
0
5
9
0
Liters of Beer Poured So Far
last update: 14/03/2017
Bevete responsabilmente !