Serie C, Girone B 2016/2017
8a Giornata - 08 aprile 2017
VINTAGE GHOSTS VS RHINOS
VINTAGE
GHOSTS
RHINOS
TREVISO
6
Referto
8
Ultima partita giocata.
Serie C, Girone B 2016/2017
9a Giornata - 22 aprile 2017
VINTAGE GHOSTS VS BLACK-OUT
VINTAGE
GHOSTS
BLACK-OUT
ASIAGO
Padova, ore 20:30
Prossima partita in programma.
“ Gallina vecchia fa buon COLAbrodo! „
L'angolo del rotobocciardatore.
Ma ineffabilmente elegante.
Martini Silvestro srl
News

News

01/03/2011

Yes, Zio Ken! Vecchie glorie alla riscossa

Yes, Zio Ken! Vecchie glorie alla riscossa È sulle note dell'immortale album capolavoro di Fabio Testi "Palma de Majorca" (1984) che ci viene naturale ripercorrere la bizzarra serata di domenica scorsa, uno dei passaggi più autenticamente Vintage della stagione, nella sua atmosfera giocosa e dal retrogusto vagamente malinconico: vero Amarcord.

Nell'incontro che opponeva i Signori del Birrometro agli Estensi Ferrara si sono infatti accavallati in un entusiasmante (sì dai) crescendo diversi eventi di un certo rilievo, che hanno costretto gli amanti dei memorabilia a togliere le ragnatele da almanacchi ed album fotografici dalle pagine ingiallite. Protagonista indiscutibile della nottata Dario "Mr. Right" Destro, autore di una prestazione maiuscola ma soprattutto di una doppietta che, numeri alla mano, non ha nessun precedente nella sua millenaria carriera di mediano fluidificante macinatore di chilometri. A margine ed in ossequioso secondo piano anche l'assai inusuale botta dalla blu in power-play di Sgnappo Bampi, anche questo evento che non si verificava da ben prima che crollassero le Torri Gemelle; e a suggellare il tutto e confermare la (finalmente) ritrovata buona vena della vecchia scuola di Eddie Shore, Ciccio Sibilia festeggiava la sua prima marcatura stagionale prendendo per mano i suoi giovani virgulti nel momento del bisogno.

Come in tutte le fiabe a lieto fine però, il percorso è stato accidentato e c'è una storia da raccontare. Ancora una volta Coach Apu si era infatti ritrovato in ambasce nella compilazione del roster e, in uno slancio di creatività, decideva di riposizionare buona parte delle pedine, nonostante fossero le stesse a disposizione contro il Riccione. All'unica coppia invariata Pippi Dotto - Sgnappo Bampi, il tandem della seraficità, abbinava il duo Destro - Garna, già visto contro il Ferrara Hockey; scambio Redbridge Ponterosso - Ciccio Sibilia invece nell'altra linea, con il nostro paisà a dirigere l'orchestra affiancato dal rampollo Nino Caldart ed il ritorno di Ciccio alla rotobocciardatrice offensiva, a supportare le cavalcate di Capitan Franzolin. Terza linea piuttosto tradizionale con il Mulon Pregarz perno fisso, uno dei terzini delle altre linee ad alternarsi al suo fianco e la coppia Nick Gottardi - Germa Casarini a movimentare il terzo offensivo. L'intenzione chiarissima, visto l'avversario sulla carta non irresistibile, girare regolarmente a tre linee e costruire con tranquillità la manovra, senza colpi di testa.

In questa stagione sconclusionata però praticamente nulla è mai andato come previsto, nel bene e nel male e quindi alla prima azione, 37 secondi sul cronometro, un paio di movimenti inaspettati degli Estensi, un uomo lasciato libero, Huber ancora a nanna e Ferrara in vantaggio con La Cascia al primo tiro in porta. Non propriamente un inizio al fulmicotone e Apu con occhio sbarrato a cercare una trave solida su cui gettare la corda. Fortunatamente però i Vintage non si scomponevano, probabilmente consapevoli di una certa fortuità nell'occasione e soprattutto con un'intera partita davanti: quindi in leggero ritardo sul previsto, cominciava l'incontro anche per noi. E, tutto sommato, secondo le direttive di Apu: senza strafare, il pallino del gioco passava nelle nostre mani, per rimanerci piuttosto saldamente. Prime occasioni consistenti sui bastoni di Garna e della linea Frenz - Ciccio, molto dinamica. Cambi regolari, come previsto, anche per la terza e la convinzione di poter girare tutto a nostro favore sempre più viva. Dopo poco più di tre minuti colta in fallo la Bianco, una delle due "amazzoni" estensi, ed in situazione di penalità differita, con Huber che stava per lasciare spazio ad un uomo di movimento, Garna trovava il pertugio giusto per battere Golfieri: pareggio. Ritrovata un minimo di tranquillità, i Vintage proseguivano nell'opera, pur senza strabiliare per spettacolarità ma senza rischiare quasi nulla, finchè ad indovinare la deviazione del vantaggio era il cocciuto Mr. Right, alla prima segnatura stagionale. Goal pesante che ringalluzziva anche la seconda linea: il tempo di cambiare e gli Estensi si facevano trovare clamorosamente sbilanciati - perfetto 2 contro zero (!) di Ciccio - Frenz con il Capitano che freddava per la terza volta l'estremo ospite. Ottenuto il doppio vantaggio, i Vintage avviavano un lungo periodo di pressione costante sulla difesa ferrarese, con meno tiri di quanto si sarebbe dovuto e peccando anche molto di precisione. Praticamente inoperoso però Wiustel Huber per tutta la parte centrale del tempo, compresa un'inferiorità numerica (out Redbridge) ma forse anche per questo su una delle rare sortite offensive estensi, poco prima dell'intervallo, De Villaris estraeva dal cilindro un polsino de lontano che si infilava indisturbato all'incrocio dei pali, con il nostro Wiustel filosofo completamente immobile. La prima frazione si chiudeva così sul poco rassicurante risultato di 3-2, probabilmente non molto generoso nei nostri confronti ma in ogni caso legittimo e rischioso.

Alla ripresa delle ostilità gli Estensi apparivano piuttosto galvanizzati e, guidati dalla vecchia volpe Pomi, tentavano di farsi vedere più spesso dalle parti di Huber. I Vintage dal canto loro insistevano con l'eccesso di zelo e, pur mantenendo una certa supremazia territoriale, affondavano troppo di rado. Il risultato rimaneva così in bilico fino a quando, poco oltre la mezz'ora, Ciccio prendeva il disco dietro la propria porta e decideva di dare una scrollata alla partita: slap rasoterra da centrocampo, Golfieri in controtempo e disco in rete per il 4-2. Classica rete che toglie le castagne dal fuoco, simbolicamente opera del più proverbiale dei nostri "irriducibili vecchietti". Che sia di buon auspicio per lo sprint finale della stagione e, perchè no, per le prossime. Meno di un minuto dopo scintille tra Pomi e Redbridge, che già all'andata avevano avuto qualche attrito, che sfociava in una penalità per il brissinese-estense. Per il primo power-play della partita Apu metteva sul piatto un'intuizione carnevalesca, dando le chiavi della Special Unit a Sgnappo Bampi, con Garna e Pippi sulle ali e Ciccio centroboa. Eppure, nonostante qualche perplessità serpeggiante (malfidenti!), la scatola, rigorosamente statica, funzionava e, dopo qualche buona combinazione, era proprio lo Sgnappo a vedere il corridoio centrale libero e a centrare il sette con un discreto slap dalla distanza. Folla in tripudio! Mentre Apu tirava finalmente un sospiro di sollievo, gli Estensi non mollavano comunque la presa ed ancora Pomi, dopo aver colpito un palo, vedeva giustamente premiata la propria prestazine con un diagonale vincente in superiorità numerica (fuori Caldart). Il doppio vantaggio consentiva comunque ai Vintage di tenere le redini senza troppi patemi e l'incontro scivolava godibile con non pochi momenti di gloria anche per la terza linee, animata dal vaporetto Nick Gottardi. Nulla di fato tuttavia fino al 44esimo, quando Mr.Right, in pregevolissima azione personale, giuocava un terzino ospite e angolava perfettamente insaccando la rete del 6-3, perfezionando la storica doppietta che nel terzo tempo gli sarebbe costata cara. Pura accademia negli ultimi cinque minuti: il tempo per Garna di ottenere anch'egli la doppietta personale e per Pomi di ribadire il cattivo rapporto con pali e traverse della porta di Huber. Finale rilassato per tutti e, dopo tanti patimenti, tre punti di puro ossigeno per la nostra classifica.

Terzo tempo naturalmente all'insegna di Mr.Right, che non si è fatto pregare e che ha scatenato cori di cui si era persa memoria. Presenza al completo anche degli Estensi (e con loro, orgogliosamente, abbiamo fatto quasi l'en-plein: trascinati tutti gli ospiti al Pub tranne i modenesi, che probabilmente per ragioni di carta d'identità avrebbero comunque dovuto bere limonata) e buona impennata del Birrometro, l'unica graduatoria che si muove sempre. A proposito di graduatori, alla luce dei risultati di questa ottava e terzultima giornata di regular season, si profila sempre più probabile l'accoppiamento al primo turno dei "playoff" con il Milano 24 (seconda squadra di A1). La certezza potremmo averla già il weekend prossimo. In testa nel nostro girone ora è solitario il Riccione, prestigiosamente vittorioso sul Ferrara Hockey (ma di sabato...). Al Modena ora rimane un'unica chance per riportarsi in testa: devono vincere lo scontro diretto con almeno 3 goal di scarto. Per quanto ci riguarda, il prossimo appuntamento è a Lugo di Romagna, sabato 5 marzo contro le Nutrie. Sarà tutt'altro che una passeggiata, il campo è ostico e noi avremo sicuramente qualche assenza pesante. Comunque, come sempre, ci proveremo. In ogni caso la classifica è piuttosto tranquillizzante visti i 5 punti di vantaggio. Chi vivrà vedrà!

VINTAGE GHOSTS - ESTENSI FERRARA 7-3 (3-2, 4-1)   >> Referto
1° T. - 0:37 La Cascia (EF), 3:38 Garna (VG) PPG, 11:29 Destro (VG), 12:48 Franzolin (VG), 22:48 De Villaris (EF)
2° T. - 31:54 Sibilia (VG), 34:34 Bampi (VG) PPG, 36:34 Pomidori (EF) PPG, 44:48 Destro (VG), 48:39 Garna (VG)
Penalità: VINTAGE GHOSTS 4' - ESTENSI FERRARA 6'
VINTAGE GHOSTS: Huber (Disconzi); Dotto (A), Bampi, Ponterosso, Caldart, Pregarz; Destro, Garna, Franzolin (C), Sibilia, Gottardi, Casarini.
ESTENSI FERRARA: Golfieri; Balboni, Bianco E., Bianco S., Castaldini, De Villaris, Cevenini, La Cascia, Meurisse, Pizzato, Galvani, Pomidori.

TUTTE LE NEWS
23/09/2013 Ciao Sergio
19/02/2013 News minimale
01/02/2013 Catarsi o catorsi?
16/03/2011 Orgoglio Vintage
22/02/2011 L'onore delle armi
Beck's
L'etichetta della settimana.
“ Xe come parlare de figa co un recion „
Il primo. L'unico. L'originale e inimitabile!
...Xè tornà!
SIE srl

curls

Ye Olde Beer-O-Meter now featuring fully reliable bottle-to-bottle progress !
>> ...ok ma cos'è ??
Beer-O-Meter for Dummies

Se stai leggendo questa spiegazione, o non sei uno di noi oppure lo sei ma non hai potuto resistere alla tentazione di cliccare alla rinfusa in giro per il sito.. nel primo caso, puoi continuare a leggere. Nel secondo, al prossimo allenamento PORTA UNA CASSA (o un fusto), grazie!

Il Beer-O-Meter, altrimenti noto come BIRROMETRO, concettualmente si perde nella notte dei tempi. La nostra incarnazione nasce nel 2006 per celebrare le gesta della compagine Yuma Hockey Team, ancora oggi leggendarie. Il birrometro misura i litri di birra bevuti dai nostri eroi nel corso della stagione corrente, sommando allenamenti, post-allenamenti, partite e post-partite. Non sono conteggiate le bevute private dei singoli giocatori (ovviamente per questioni di privacy!).

L'attendibilità dei conteggi è del tutto aleatoria in quanto solitamente basata su stime fatte a posteriori, e quasi sempre per ampio difetto (vista l'assoluta mancanza di lucidità di chi effettua i conteggi).

La stupefacente novità del birrometro Vintage Ghosts sta nella resa grafica. Ora è possibile avere un'idea visiva di quante bottiglie da 33 sono state svuotate nella stagione in corso. Ci siamo presi la libertà di convertire in bottiglie anche fusti e giraffe, per coerenza. Ci scusiamo per la licenza. Ma anche no!
Nella scorsa stagione (2014/2015) i Vintage Ghosts sono riusciti nella inaudita ma ineluttabile impresa di battere per la QUINTA volta consecutiva il proprio record assoluto. I nuovi Signori del Birrometro hanno fissato l'asticella a quota 1460 litri. Una media imbarazzante di oltre 170 litri al mese. Superarsi ri^5-nuovamente sarà un compito vieppiù titanico, tuttavia il roster presenta ancora una volta alcuni elementi di spicco a livello internazionale e lo staff tecnico ripone la massima fiducia nell'organico!

..........

La Direzione
1 bottle = 0.33 liters
1 bottle row = 116 bottles
0
7
0
0
Liters of Beer Poured So Far
last update: 10/04/2017
Bevete responsabilmente !