Serie C, Girone B 2016/2017
10a Giornata - 29 aprile 2017
FIAMMA VS VINTAGE GHOSTS
FIAMMA
GORIZIA
VINTAGE
GHOSTS
17
Referto
5
Ultima partita giocata.
INCONTRO
DA STABILIRE
Prossima partita in programma.
“ Gallina vecchia fa buon COLAbrodo! „
L'angolo del rotobocciardatore.
Ma ineffabilmente elegante.
Martini Silvestro srl
News

News

30/03/2012

Segnale non disponibile (campo insufficiente)

Segnale non disponibile (campo insufficiente) Niente da fare. Ogni volta che cominciamo a nutrire ambizioni di classifica (fini a sè stesse, ovvio - solo per la gloria) arriva puntuale la bastonata che ci ridimensiona. E sabato scorso a Trieste la lezione è stata difficile da digerire. I Signori del Birrometro si sono infatti dovuti arrendere per la seconda volta su due ai Tigers Tergeste, ancora una volta di misura ed ancora una volta dopo essere stati in vantaggio 4-1. Se non è questa la definizione di bestia nera... Medeot non lo vogliamo più vedere per un pezzo...

Sua Serenità Buzzo aveva dovuto fare i conti con il record stagionale di assenze, alcune preventivate da mesi, altre dell'ultim'ora, fatto sta che a Trieste i Vintage si sono presentati in 2 linee + 2 e con un solo goalie (Nick). I titolari delle linee "black" e "white" comunque c'erano tutti, e la missione era chiara: espugnare la pista del Tergeste per consolidare (forse definitivamente) il quarto posto in classifica, staccando il Tergeste stesso ed i Fox Legnaro. Non si pò dire (come sempre, almeno questo va concesso al vecchio spirito Vintage) che non ci sia provato fino all'ultimo secondo. Ma è stato vano, ha prodotto un doppio controsorpasso che ci ha fatto scivolare al sesto posto e sarà arduo da digerire come una Ljibljanska (su questo ulteriori novità nel prossimo futuro!).

La cronaca: su una pista che nessuno conosceva e che non ha certo impressionato per qualità (superficie, balaustre e luminosità ai limiti della praticabilità) i Signorin del Birrometro sono partit comunque a testa bassa, con la piena convinzione di poter raggiungere l'obiettivo prefissato. Tergeste forse sorpreso dall'aggressività degli ospiti e nei primi due cambi praticamente sui primi due tiri D'Ambrosi si deve arrendere due volte: un fulmineo 2-0 che costituisce un promettente viatico. Non è sempre donenica però, e i padroni di casa cominciano a reagire, inizialmente limitando le nostre occasioni e poi, come di consueto, riproponendosi in contropiede. Lo schema rimane questo fino al decimo, quando i Tigers vengono premiati dalla rete di Chiarandini. Il goal dei padroni di casa riaccende la scintilla nei Vintage, che non hanno nessuna intenzione di farsi beffare (anche contro il Buja da 2-0 si era andati rapidamente al 2-2) e la reazione è immediata. La linea bianca dà il meglio di sè e Redbridge e Pippi riescono ad allungare sul 4-1 a soli 16 secondi l'uno dall'altro. Brutto colpo per il Tergeste e il pancone (ridotto) Vintage obiettivamente pensa che stavolta si sia davvero sulla buona strada per portarla a casa. Niente di più sbagliato: il Cigno di Abano viene colto in fallo e la power-play line triestina, già devastante nelle percentuali all'andata, dimostra di avere numeri da prima della classe infilando puntualmente il 2-4 con Coronica. A questo qualcosa si spegne nella compagine di coach Buzzo. Forse la luce, in senso lato e non... o forse sono i padroni di casa che prendono le misure ai nostri, in ogni caso comincia un periodo di autentico calvario. Le occasioni per noi non mancano ma D'Ambrosi ha abbbassato la saracinesca e non ce n'è. In dfficoltà invece Nick, che ingaggia (e purtroppo perde) una sfida personale con Medeot, la nostra nemesi stagionale: il capitano triestino ci beffa ben tre volte di fila, due negli ultimi minuti del primo tempo ed una in avvio di seconda frazione, completando una clamorosa quanto infausta rimonta (5-4 da 1-4). L'incubo è tornato... e prosegue, perchè Maganuco riesce ad allungare ulteriormente al 33o della ripresa. I Vintage tornano solo ora a pungere realmente e proveranno a giocarsela fino alla fine: prima è Puggina ad accorciare, ma il tentativo è subito rintuzzato dal secondo goal in power-play di Coronica. Ci rimbocchiamo comunque le maniche perchè a questo punto non c'è nulla da perdere e mancano solo 7 minuti al fischio finale. Shrapnel in mano tutti fuori dalle trincee e due tra i più ardimentosi centrano il bersaglio: Capitan Frenz sigla in power-play, poco dopo è Ciubo a firmare la doppietta personale ed è 7-7, a meno di cinque minuti dalla sirena finale. Coach Buzzo tenta il tutto per tutto in questa fase proponendo una power-line per provare a portare a casa il bottino pieno, ma la mossa non sortisce purtroppo gli effetti sperati. Sono invece i triestini, piuttosto rocambolescamente e grazie anche al momento magico di D'Ambrosi, a gabbare Nick per ben due volte, prima con Medeot (quadrupletta per lui) e poi con Maganuco, a soli 9 secondi di distanza. La situazione già fisicamente buia si fa sepolcrale e Buzzo rimane senza parole. L'ultimo assalto, ormai baionetta in resta, lo guida ancora Capitan Frenz. Che accorcia ancora, sull'8-9, ma sarà l'ultimo afflato di vita. Ci si prova fino all'ultimo secondo e l'occasione ci sarebbe, ma Stella nega una probabile penalità nei pressi di D'Ambrosi, si scatena il parapiglia e la gara finisce ancora una volta con il Tergeste in festa. E con un rientro rapido e mestissimo a casa per i Vintage.

Nonostante lo scoramento comunque, c'è ancora un mese abbondante da giocare e, se non altro, qualche terzo tempo da imbastire. La classifica purtroppo non ci sorride, ma qualche colpo gobbo potremmo anche tentarlo, visto che numeri alla mano, non abbiamo davvero più nulla da perdere. Il primo possibile scherzone di aprile potremmo tentarlo ai danni dei Dinos Sacile, che sono lanciatissimi dopo la vittoria contro il Polet e che insidiano proprio i triestini, nel tentativo di soffiare loro l'unico posto utile per la final four "delle seconde". Ci troviamo però noi sulla loro strada (PalaBrentella, domenica sera ore 18), e non abbiamo nessuna voglia di regalare punti a chicchessia. Vedremo...

NOTA: Questa news è andata in onda in forma ridotta a causa dell'assenza del sottoscritto, impegnato, in contemporanea alla partita, in una vergognosa ma del tutto soddisfacente sessione di farcitura da tigelle e gnocco fritto. Non si accettano lamentele in merito!

TERGESTE TRIESTE - VINTAGE GHOSTS 9-8 (4-4, 5-4)   >> Referto
1° T. - 0:46 Berto (VG), 1:31 Buzzo (VG), 10:04 Chiarandini (TT), 12:47 Ponterosso (VG), 13:03 Dotto (VG), 14:28 Coronica (TT) PPG, 17:38 Medeot (TT), 20:59 Medeot (TT)
2° T. - 26:03 Medeot (TT), 32:55 Maganuco (TT), 36:07 Puggina (VG), 40:10 Coronica (TT) PPG, 43:55 Franzolin (VG) PPG, 45:16 Berto (VG), 47:40 Medeot, 47:49 Maganuco, 49:17 Franzolin (VG)

Penalità: TERGESTE TRIESTE 4' - VINTAGE GHOSTS 18'
Percentuali PP: TERGESTE TRIESTE 50% (2/4) - VINTAGE GHOSTS 50% (1/2)
TERGESTE TRIESTE: D'Ambrosi (Sapienza); Coronica, Marton, Bozzatto, Medeot, Pellegrinon, Maganuco, Zappetti, Pieretti, Chiarandini.
VINTAGE GHOSTS: Gottardi (Disconzi); Benvegnù (A), Dotto (A), Berto, Ponterosso, Bampi; Buzzo (A), Cugno, Puggina, Casarini, Pregarz.


TUTTE LE NEWS
23/09/2013 Ciao Sergio
19/02/2013 News minimale
01/02/2013 Catarsi o catorsi?
16/03/2011 Orgoglio Vintage
22/02/2011 L'onore delle armi
Blanche de Namur
L'etichetta della settimana.
“ Xe come parlare de figa co un recion „
Il primo. L'unico. L'originale e inimitabile!
...Xè tornà!
SIE srl

curls

Ye Olde Beer-O-Meter now featuring fully reliable bottle-to-bottle progress !
>> ...ok ma cos'è ??
Beer-O-Meter for Dummies

Se stai leggendo questa spiegazione, o non sei uno di noi oppure lo sei ma non hai potuto resistere alla tentazione di cliccare alla rinfusa in giro per il sito.. nel primo caso, puoi continuare a leggere. Nel secondo, al prossimo allenamento PORTA UNA CASSA (o un fusto), grazie!

Il Beer-O-Meter, altrimenti noto come BIRROMETRO, concettualmente si perde nella notte dei tempi. La nostra incarnazione nasce nel 2006 per celebrare le gesta della compagine Yuma Hockey Team, ancora oggi leggendarie. Il birrometro misura i litri di birra bevuti dai nostri eroi nel corso della stagione corrente, sommando allenamenti, post-allenamenti, partite e post-partite. Non sono conteggiate le bevute private dei singoli giocatori (ovviamente per questioni di privacy!).

L'attendibilità dei conteggi è del tutto aleatoria in quanto solitamente basata su stime fatte a posteriori, e quasi sempre per ampio difetto (vista l'assoluta mancanza di lucidità di chi effettua i conteggi).

La stupefacente novità del birrometro Vintage Ghosts sta nella resa grafica. Ora è possibile avere un'idea visiva di quante bottiglie da 33 sono state svuotate nella stagione in corso. Ci siamo presi la libertà di convertire in bottiglie anche fusti e giraffe, per coerenza. Ci scusiamo per la licenza. Ma anche no!
Nella scorsa stagione (2014/2015) i Vintage Ghosts sono riusciti nella inaudita ma ineluttabile impresa di battere per la QUINTA volta consecutiva il proprio record assoluto. I nuovi Signori del Birrometro hanno fissato l'asticella a quota 1460 litri. Una media imbarazzante di oltre 170 litri al mese. Superarsi ri^5-nuovamente sarà un compito vieppiù titanico, tuttavia il roster presenta ancora una volta alcuni elementi di spicco a livello internazionale e lo staff tecnico ripone la massima fiducia nell'organico!

..........

La Direzione
1 bottle = 0.33 liters
1 bottle row = 116 bottles
0
8
1
0
Liters of Beer Poured So Far
last update: 12/05/2017
Bevete responsabilmente !