Serie C, Girone B 2016/2017
6a Giornata - 11 marzo 2017
FOX VS VINTAGE GHOSTS
FOX
LEGNARO
VINTAGE
GHOSTS
6
3
Ultima partita giocata.
Serie C, Girone B 2016/2017
7a Giornata - 25 marzo 2017
RAIDERS VS VINTAGE GHOSTS
RAIDERS
MONTEBELLUNA
VINTAGE
GHOSTS
Montebelluna (TV), ore 19:00
Prossima partita in programma.
“ Gallina vecchia fa buon COLAbrodo! „
L'angolo del rotobocciardatore.
Ma ineffabilmente elegante.
Martini Silvestro srl
News

News

01/02/2013

Catarsi o catorsi?

Catarsi o catorsi? Ce l'eravamo un pò chiamato ed eccolo qui: il più classico dei bagni d'umiltà, giunto nel momento in cui avremmo potuto e voluto fare il "passetto" della consacrazione - invece no, come purtroppo pressochè ogni stagione è arrivato il cruento salasso divino a riportarci al suolo, pesti e storditi. Il che ci pone di fronte all'annoso quesito: sarà ineluttabile catarsi, o semo inutili catorsi?

Comunque sia, i crudi fatti: domenica sera il Carrozzone Vintage è salito di nuovo in Altopiano (innevato) per affrontare la seconda corazzata del girone, i Black-Out, con la speranza di ripetere l'eccellente prova offerta contro i Newts, finora inarrestabili in classifica ma da noi eroicamente bloccati sul pari proprio all'esordio. Ma stavolta non era proprio aria: contro squadre di questo livello, costruite per salire di categoria, occore fare la partita perfetta. Alla prima giornata era girato tutto bene: portieri, difesa, attacco, disciplina, la terza linea, gli special team. Domenica invece non ha funzionato nessuno di questi aspetti: con l'aggiunta di un arbitraggio particolarmente guelfo, la ricetta per una debacle colossale era completa. Ed è arrivata una delle peggiori sconfitte nella (pur breve) storia del sodalizio: non è stato record di differenza reti (quello rimane incastonato a Modena 2011, il terrificante 1-13) ma quel "14" sul tabellone è una ferita che non dimenticheremo facilmente.

A livello di roster Coach Buzzo non aveva nemmeno avuto troppe defezioni. Rispetto alla buona prova di Ferrara, out il Presidente Casarini e Piro Pirotto, ma rientrati nei ranghi Lampi Bampi e Ninazzo Caldart. Nessuna scusa quindi, eppure sono bastati una decina di minuti per spezzare praticamente qualsiasi speranza di andare a punti: al tredicesimo si era infatti già sotto 7-1. E dire che al 2:19 Ciubo aveva anche indovinato il tiro dell'1-0, in power-play. Mai fuoco di paglia fu più proverbiale: dopo trenta secondi pareggio ospite e da lì in poi, solo Black-Out... in tutti i sensi (lo so, è una battuta da Mr.Right...chiedo venia ma anche lo scriba si deprime). Male tutti, dappertutto, e asiaghesi semplicemente indemoniati (anche oltre il regolamento, a tratti). Sull'1-7 il Doge, basito, evita a Aktarus Guarda (solo parzialmente responsabile di quanto accaduto) altri lunghi minuti di gogna dando spazio a Nick Gottardi. Un minimo di reazione c'è, se è vero che nella seconda metà del tempo il parziale è "solo" di 1-2, ma la frittata era già fatta. E comunque, a livello di gioco è ancora buio pesto. L'intervallo è inevitabilmente surreale ed inadatto a minori ed ecclesiastici: giusto imbufalirsi, ma per ripartire da un 2-9 ci vuole ben altro ed infatti il copione non cambia in modo significativo. I Black-Out continuano a giocare e bersagliare la nostra parte sfruttando magistralmente il proprio peculiare campo di gara, pur abbassando leggermente il baricentro. Ci sono anche segnali positivi da parte Vintage, ma solo sporadici e purtroppo intervallati da altrettanti momenti down, come i due goal subiti su nostri power-play. I momenti clou per noi: le imprecazioni sataniche del Doge, espulso per 10 minuti e capace di terrorizzare (certamente grazie al barbone alla Zetterberg) anche i più nerboruti tra gli altopianesi; il virtuoso ed applauditissimo cambio volante del Duca Peron, out proprio per "servire" la penalità del Doge; il mirabolante (ed unico nel secondo tempo) cambio della linea Harlequin, intorno al 47esimo minuto, che frutta ai padroni di casa 13esimo e 14esimo gol a distanza di 15 secondi l'uno dall'altro. Si salva poco altro, neanche la salute visto che ne usciamo tutti a dir poco acciaccati dall'approccio un filino rude degli asiaghesi.

In seguito, rarissimo ma difficilmente evitabile terzo tempo meditativo, con una misera decina di litri a scalfire il Birrometro. Si è puntato, come in altre analoghe occasioni, soprattutto sulla qualità. Serate come questa sono da evitare, soprattutto per questo!

Non avremo peraltro il tempo di riposarci (anche perchè non l'abbiamo meritato) visto che sabato 2 febbraio torneremo (finalmente) a giocare in casa, e per la prima volta all'orario "giusto" (20.45), per recuperare la partita contro i Diavoli Vicenza. Una sola parola: vincere. Con un potente monito preventivo: il Vicenza 2 settimane fa ha battuto proprio i Black-Out. Non c'è occasione migliore per dimostrare che i Vintage sono ancora vivi.

BLACK-OUT ASIAGO - VINTAGE GHOSTS 14-5 (9-2, 5-3)   >> Referto
Penalità: BLACK-OUT ASIAGO 12' - VINTAGE GHOSTS 22'
Percentuali PP: FERRARA HOCKEY 66% (4/6) - VINTAGE GHOSTS 40% (2/5)
VINTAGE GHOSTS: Guarda (Gottardi); Benvegnù (A), Callegari, Berto, Romanato, Caldart, Bampi; Franzolin (C), Buzzo (A), Monti, Ponterosso, Destro, Puggina.


TUTTE LE NEWS
23/09/2013 Ciao Sergio
19/02/2013 News minimale
01/02/2013 Catarsi o catorsi?
16/03/2011 Orgoglio Vintage
22/02/2011 L'onore delle armi
Beck's
L'etichetta della settimana.
“ Xe come parlare de figa co un recion „
Il primo. L'unico. L'originale e inimitabile!
...Xè tornà!
SIE srl

curls

Ye Olde Beer-O-Meter now featuring fully reliable bottle-to-bottle progress !
>> ...ok ma cos'è ??
Beer-O-Meter for Dummies

Se stai leggendo questa spiegazione, o non sei uno di noi oppure lo sei ma non hai potuto resistere alla tentazione di cliccare alla rinfusa in giro per il sito.. nel primo caso, puoi continuare a leggere. Nel secondo, al prossimo allenamento PORTA UNA CASSA (o un fusto), grazie!

Il Beer-O-Meter, altrimenti noto come BIRROMETRO, concettualmente si perde nella notte dei tempi. La nostra incarnazione nasce nel 2006 per celebrare le gesta della compagine Yuma Hockey Team, ancora oggi leggendarie. Il birrometro misura i litri di birra bevuti dai nostri eroi nel corso della stagione corrente, sommando allenamenti, post-allenamenti, partite e post-partite. Non sono conteggiate le bevute private dei singoli giocatori (ovviamente per questioni di privacy!).

L'attendibilità dei conteggi è del tutto aleatoria in quanto solitamente basata su stime fatte a posteriori, e quasi sempre per ampio difetto (vista l'assoluta mancanza di lucidità di chi effettua i conteggi).

La stupefacente novità del birrometro Vintage Ghosts sta nella resa grafica. Ora è possibile avere un'idea visiva di quante bottiglie da 33 sono state svuotate nella stagione in corso. Ci siamo presi la libertà di convertire in bottiglie anche fusti e giraffe, per coerenza. Ci scusiamo per la licenza. Ma anche no!
Nella scorsa stagione (2014/2015) i Vintage Ghosts sono riusciti nella inaudita ma ineluttabile impresa di battere per la QUINTA volta consecutiva il proprio record assoluto. I nuovi Signori del Birrometro hanno fissato l'asticella a quota 1460 litri. Una media imbarazzante di oltre 170 litri al mese. Superarsi ri^5-nuovamente sarà un compito vieppiù titanico, tuttavia il roster presenta ancora una volta alcuni elementi di spicco a livello internazionale e lo staff tecnico ripone la massima fiducia nell'organico!

..........

La Direzione
1 bottle = 0.33 liters
1 bottle row = 116 bottles
0
5
9
0
Liters of Beer Poured So Far
last update: 14/03/2017
Bevete responsabilmente !